Le chiffre
Quadruplicate infezioni alimentari nel 2011, in calo solo in Italia

Passano da 43.500 a 70 mila le vittime di infezioni alimentari nel 2011, 93 i decessi causati dal batterio dell’Escherichia Coli che ha colpito Germania, Francia e si è diffuso nel centro Europa. Questo è quanto emerge dalla relazione pubblicata dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) in collaborazione con il Centro Ue per la prevenzione ed il controllo delle malattie (Ecdc). Meno grave risulta essere, invece, la situazione italiana che mostra un netto miglioramento. Nell’ultimo anno, infatti, sono nettamente calate la diffusione dell’epidemia nota con il nome di Salmonella (6660 casi nel 2008 e 3344 nel 2011) e quella della listeria, batterio presente in cibi già pronti. In Italia l’unica eccezione è fatta dalla campylobatteriosi, epidemia trasmessa principalmente dalla carne di pollo e in costante crescita non solo in Italia, ma in tutta Europa dove si è appunto attestato un aumento pari a 2,2 punti percentuali.

RQuarato


Espace réactions ()

Altre settimane

28 marzo 2014
24 gennaio 2014
8 dicembre 2013
27 ottobre 2013
17 settembre 2013
24 luglio 2013
23 giugno 2013
13 maggio 2013
6 aprile 2013
19 marzo 2013
semaines precedentes
Ils nous tweetent
Facebook
Politica
Economia
Società e media
Sviluppo sostenibile
Affari interni
Affari esteri
Istituzioni e Bruxelles
Italia
UE 28
L’altra Europa
Mondo
© Groupe Euros du Village 2010 | Note legali | Sito realizzato con SPIP | Relizzazione tecnica e design : Media Animation & Euros du Village France